Vortice

Pagg. 184 – Anno: 2015
ISBN: 978-88-98917-06-8

In vendita nelle seguenti librerie: Roma – Enolibreria via delle Quattro Fontane, La Caffarella

Termoli: Fahrenheit.

6,00

Categoria:

Sull’autore

Alfredo Oriani

Alfredo Oriani (Faenza 1852 – Casole Valsenio 1909), è stato autore di numerose opere di narrativa, di teatro e di polemica storico-politica. Tra i suoi testi più riusciti vanno annoverati i romanzi Gelosia (1894), La disfatta (1896), Vortice (1899), Olocausto (1902), nei quali descrive la grettezza e l’assenza di ideali della vita di provincia. Tuttavia, la sua fama fu dovuta per lungo tempo agli scritti politici, in particolare a La lotta politica in Italia (1892) e a La rivolta ideale (1908), in cui esprime un forte nazionalismo e una visione dello stato di stampo hegeliano che gli valsero l’appropriazione da parte del Fascismo. Da pochi anni, grazie ad importanti studi critici, è in atto una rivalutazione sostanziale dell’Oriani narratore.

Vortice (1899) racconta la vicenda di un uomo incapace di affrontare le conseguenze di una propria leggerezza. Ambientato in quella provincia che l’Autore tanto disprezzava , il romanzo accompagna il protagonista attraverso un tempo dilatato – un’unica giornata – in cui i dubbi, i sentimenti e gli stati d’animo si susseguono in un vortice inarrestabile. Sostenuto da grande capacità di analisi e da forza descrittiva, Oriani crea un’opera che si colloca, non solo cronologicamente, al bivio tra la poetica verista e quella del romanzo psicologico.